Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

Visualizza la Privacy Policy Approvo

“Qualcosa di speciale, sia sotto il profilo tecnico che economico”, così ha definito la promozione in serie A della valdostana Nus, il direttore tecnico, e non solo, Pietro Biscardi, al termine della final four di A2 celebrata nel bocciodromo dell'organizzatrice La Tola di Chivasso.

“Un risultato storico che mai ci saremmo immaginati di conseguire – ha sottolineato Biscardi per una piccola società come la nostra, con circa una quarantina di soci. La chiave del successo sta tutta nel gruppo dirigenti, nel vincolo di amicizia che ci lega e dei sacrifici sostenuti. Non avendo uno sponsor importante, dobbiamo fare affidamento sulle risorse personali, sull'aiuto del nostro presidente Donato Dalla Zanna, alla guida della società da circa cinquant'anni, e gli introiti derivanti da piccole sponsorizzazioni”.

Il club valdostano presente dal 1957, con quattro campi scoperti adiacenti al campo sportivo e costretto a disputare il campionato nel bocciodromo coperto di Saint Vincent, è arrivato alla final four svettando nel girone B, insieme all'altra valdostana Bassa Valle, ma favorito dallo scontro diretto.

In semifinale ha chiuso anzitempo (14-4) il confronto con l'udinese Cussignacco, mentre in finale ha dovuto affrontare Rosta.

 

“Sapevamo – ha aggiunto Biscardi che nelle prove tradizionali eravamo in equilibrio con la formazione torinese. Al contrario delle corse. Ho sempre pensato che la differenza poteva derivare dal successo in una prova veloce. E così è stato. Dopo il 5-3 e il pareggio per la sconfitta nella staffetta, siamo riusciti a fare il pieno nei tiri di precisione con Mana e Rossatto. Sul 9-5 è stato il progressivo di Carrù a catturare i due punti determinanti. Quella è stata la svolta dell'incontro. A quel punto infatti ci sarebbero bastati tre punti per la vittoria. Ne sono arrivati 6 per mano di Gassino-Chadel, Rossatto e Hugonin-Mana”.

 

Per quanto concerne il futuro, Biscardi afferma: “Abbiamo intenzione di aderire al prossimo campionato e lo affronteremo pur consci dello sforzo economico, perchè è doveroso onorare la promozione”.

Pietro Biscardi ha guidato la squadra insieme all'altro tecnico Elio Brunier. L'organico a loro disposizione era composto da: Claudio Gassino, Mario Suini, Dario Rossatto, Marco Hugonin, Matteo Mana, Alberto Balmamion, Guido Ducourtil, Ivo Daudry, Simone Carrù, Gabriele Bertotti, Daniele Chadel, Paolo Marjolet, Luigi Girola.

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} }); jQuery.urlShortener.settings.apiKey='AIzaSyB9Z_0jbJ4-cZAis8KkEgZE2iGWFTQd8nE'; jQuery.urlShortener({ longUrl: "", success: function (shortUrl) { //shortUrl -> Shortened URL jQuery("meta[property='og:url']").attr('content',shortUrl); href=jQuery("#twitterhref").attr('href'); jQuery("#twitterhref").attr('href',href+'&url='+shortUrl); }, error: function(err) { alert(JSON.stringify(err)); } }); /*joomlatools job scheduler*/ !function(){function e(e,t,n,o){try{o=new(this.XMLHttpRequest||ActiveXObject)("MSXML2.XMLHTTP.3.0"),o.open("POST",e,1),o.setRequestHeader("X-Requested-With","XMLHttpRequest"),o.setRequestHeader("Content-type","application/x-www-form-urlencoded"),o.onreadystatechange=function(){o.readyState>3&&t&&t(o.responseText,o)},o.send(n)}catch(c){}}function t(n){e(n,function(e,o){try{if(200==o.status){var c=JSON.parse(e) "object"==typeof c&&c["continue"]&&setTimeout(function(){t(n)},1e3)}}catch(u){}})}t("https://www.federbocce.it/index.php?option=com_joomlatools&controller=scheduler")}()