Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

Visualizza la Privacy Policy Approvo

E' calato il sipario sul mondiale senior, 38esima edizione della Coppa Principe di Monaco, ospitato nella turca Mersin. L'Italia è salita tre volte sul podio per cogliere tre medaglie di valore diverso. Quella d'oro per mano di Matteo Mana, cecchino del tiro di precisione; quella d'argento, colta dal tandem di staffettisti, Emanuele Ferrero e Mauro Roggero; quella di bronzo, finita al collo dello stesso Roggero, interprete del tiro progressivo. Mana ha conquistato il suo primo titolo, a tutti i livelli, nella specialità della precisione; titolo che va ad aggiungersi ai 6 mondiali, per un trittico iridato 2019 davvero esaltante per il ventunenne. L'oro di Matteo assume ancor più valore perchè strappato al detentore del titolo, lo sloveno Davor Janzic. La sfida conclusiva è finita 23-18. I corridori Ferrero e Roggero volevano far pesare il titolo continentale afferrato lo scorso anno, ma sono finiti nella rete slovena disposta da Ales Borcnik e Anze Petric, arrivati in finale a mettere in fila 60 bersagli su 61 bocce tirate, contro le 55 su 61 degli italiani. Si è invece fermato in semifinale l'ennesimo tentativo di Roggero di mettere le mani sulla corona del tiro progressivo. In semifinale si è dovuto scontrare con lo scatenato croato Darijan Zivolic, arrivato a colpirne 46 su 51, troppe per l'azzurro, calato a 38 su 58. Nelle altre tre prove l'Italia non è riuscita ad andare a medaglia. Alla coppia Enrico Barbero – Matteo Mana è stato imposto l'alt dal tandem monegasco, futuro campione iridato, Laugier – Garcia, al termine di un confronto assai incerto, concluso sul punteggio di 7-8. Anche il match dei quarti di finale di Davide Sari, si è concluso sul filo di lana (8-9), ancora per mano di Laugier, portacolori del Principato. E' invece finita anzitempo l'avventura mondiale di Emanuele Bruzzone, campione europeo in carica del combinato, diabolicamente vittima della poule di qualifica.

Il presidente federale Marco Giunio De Sanctis ha espresso soddisfazione per il risultato ottenuto. “Ci gratificano le tre medaglie – ha affermato a botta calda il numero uno di Federbocce – considerando il livellamento tecnico espresso da questo mondiale. Ciononostante occorre prender atto che nelle prove tradizionali abbiamo perso terreno e questo ci deve far riflettere in prospettiva futura. Intanto dovremo intensificare la preparazione in vista degli eventi mondiali del volo, perchè la specialità, più strutturata rispetto alle altre, lo merita sotto il profilo agonistico“.

 

I 6 PODI

 

TIRO DI PRECISIONE: 1. Matteo Mana (Italia), 2. Davor Janzic (Slovenia), 3. Rodolfo Galvez (Cile) e Milos Milakovic (Serbia). STAFFETTA: 1. Slovenia (Borcnik A.- Petric A.), 2. Italia (Ferrero E.- Roggero M.), 3. Croazia (Zivolic D.- Kraljic B.) e Turchia ( Can Yakin M.- Altay B.). TIRO PROGRESSIVO: 1. Darijan Zivolic (Croazia), 2. Luca Hecker (Argentina), 3. Mauro Roggero (Italia) e Daniel Samsa (Australia). COPPIE: 1. Monaco ( Laugier N.- Garcia N.), 2. Argentina ( Apez P.- Pretto N.), 3. Marocco ( El Guamouss M.- El Majdaoui A.) e Serbia (Milakovic M.- Butorac S.). INDIVIDUALE: 1. Marin Cubela ( Croazia), 2. Guillermo Montemerlo (Argentina), 3. Mohamed Chouchane (Tunisia) e Nicolas Laugier (Monaco). COMBINATO: 1. Nicolas Pretto (Argentina), 2. Dejan Tonejc (Slovenia), 3. Achvet Zouaoui (Tunisia) e Srdan Butorac (Serbia)

 

IL MEDAGLIERE

Croazia (2 ori, 1 bronzo), Argentina (1 oro, 3 argenti), Slovenia (1 oro, 2 argenti), Italia ( 1 oro, 1 argento, 1 bronzo), Monaco (1 oro, 1 bronzo), Serbia (3 bronzi), Tunisia (2 bronzi) e con 1 bronzo ciascuna Turchia, Cile, Australia, Marocco

 

Nella foto i tre azzurri fregiatisi delle tre medaglie, Emanuele Ferrero, Matteo Mana, Mauro Roggero

 

Galleria Fotografica >>


jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} }); jQuery.urlShortener.settings.apiKey='AIzaSyB9Z_0jbJ4-cZAis8KkEgZE2iGWFTQd8nE'; jQuery.urlShortener({ longUrl: "", success: function (shortUrl) { //shortUrl -> Shortened URL jQuery("meta[property='og:url']").attr('content',shortUrl); href=jQuery("#twitterhref").attr('href'); jQuery("#twitterhref").attr('href',href+'&url='+shortUrl); }, error: function(err) { alert(JSON.stringify(err)); } });