Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

Visualizza la Privacy Policy Approvo

E' calato il sipario nel Palaravizza di Alassio, palcoscenico del Mondiale Giovanile, e per l'Italia è standing ovation. Quattro titoli iridati, oltre a una medaglia d'argento ed una di bronzo, sono il pingue bottino degli azzurri del tecnico Enrico Birolo. Bottino che proietta l'Italia al vertice del medagliere davanti a Francia (due ori e tre argenti), Slovenia (un oro, un argento e tre bronzi) e la sorprendente Argentina (una medaglia per ciascun metallo). Dopo l'impresa europea della petanque, un altro grosso successo internazionale per la Federazione Internazionale Bocce. Una nuova affermazione che è figlia dell'impegno profuso dalla Fib soprattutto nei confronti del settore giovanile, vitale per la crescita del movimento. E che arriva proprio dopo l'accordo siglato fra il presidente Marco Giunio De Sanctis e quello francese Phlippe Coquet. Un prezioso accordo di collaborazione sportiva fra le due nazioni che proprio nella competizione iridata di Alassio hanno confermato la validità dei loro progetti sportivi. I protagonisti dell'impresa azzurra. Nell'unica prova di gioco tradizionale, quella a coppie, gli azzurri hanno fatto doppietta sia con gli Under 23 Matteo Mana – Alex Zoia che con gli Under 18 Mattia Falconieri – Simone Mana. I primi hanno letteralmente ridimensionato le ambizioni dei francesi Garnier – Bourrin, mettendoli al tappeto in cinque giocate : 2-0, 6-0, 8-0, 10-0, 13-0. Nove bocciate su dieci la media di Mana. Più complicato il confronto dei più giovani contro l'Argentina di Farias – Capdevilla, anche se gli italiani hanno sempre mantenuto il vantaggio (1-0, 1-0 pallino di Capdevilla, 2-0, 2-1, 4-1, 5-1, 5-1 annullo di Falconieri, 6-1, 6-1 annullo di Capdevilla, 7-1, 7-2, 8-2 a tempo scaduto). A far brillare il terzo oro è stato l'under 23 Gabriele Graziano, cecchino inesorabile nel tiro di precisione. Superbo in semifinale contro l'argentino Hecker (26-13), eccezionale nel testa a testa conclusivo con il serbo Kovacevic (27-9). A mettere la ciliegina sulla torta e a far esplodere il pubblico sugli spalti, ha provveduto Matteo Mana. Il ventunenne di Centallo, in forza al francese Cro Lyon, dopo aver superato il turco Yakin in semifinale (45 a 39), ha sprintato sul transalpino Clement Seve al termine di una sfida consumata sul filo della bocciata in più (11-11, 19-18, 28-27, 35-34, 44-43 i parziali minuto per minuto, nonostante l'azzurro abbia tirato due bocciate in meno, 57 a 59). Le altre due medaglie dell'Italia si sono concretate entrambe nelle prove di staffetta. Gli Under 23, Ivan Soligon – Alex Zoia, superata la semifinale grazie al successo ai danni dei croati Gaspar – Saban (52-48), nella finale contro i francesi Seve-Bourrin hanno sempre inseguito gli avversari, per poi chiudere sul risultato finale di 52/59 a 55/59. Si sono invece fermati prima, Mattia Aliprandi e Stefano Sciutto, costretti a cedere il bottino (44/59 – 48/59) in semifinale per mano degli sloveni Stremfel – Povh. Nel corso del Mondiale è stato realizzato un record mondiale dalla staffetta u18 francese (Roffino-Peyron) con 55 su 59 (precedente 52), mentre sono stati eguagliati quello della staffetta u23 transalpina (Seve-Bourrin) con 57/59 e quello del tiro progressivo u18, dallo sloveno Gasper Povh con 45/47.

 

IMG 20190928 WA0009IMG 20190928 WA0010IMG 20190928 WA0011IMG 20190928 WA0012

 

Nelle foto nell'ordine i podi con gli ori di Matteo Mana, Matteo Mana e Zoia, Simone Mana e Falconieri, e Graziano.

 

Si sono disputate in serata le semifinali di staffetta e i quarti di finale delle coppie. Sul tappeto degli under 23 l'Italia di Soligon - Zoia ha superato 52 a 48 la Croazia di Gaspar – Saban, mentre la Francia di Seve – Bourrin ha prevalso 57 a 53 sulla Slovenia di Povh -Ceh. Pertanto la finale della staffetta sarà Italia – Francia. Nell'under 18 i corridori azzurri Aliprandi – Sciutto non sono riusciti a imporsi alla Slovenia di Stremfel – Povh soccombendo per 48 a 44. Appresso i francesi Roffino – Peyron sono saliti in cattedra contro i croati Sipek -Klaric, stabilendo anche il record del mondo u18 con lo score di 55 su 59 (contro i 47 degli avversari). La finale sarà Francia – Slovenia. Doppio successo azzurro nelle coppie. Gli under 23 Matteo Mana – Zoia non hanno lasciato scampo (1-13) al tandem del Perù, mentre più contrastata è stata la vittoria degli under 18 Simone Mana – Falconieri (9-7 contro la Francia dopo aver rimontato lo 0-4 della quarta giocata : 3-4, 6-4, 6-6, 6-7, 8-7, 9-7). Il sorteggio delle semifinali : negli under 23 Serbia – Italia, Francia – Slovenia, negli under 18 Italia – Croazia, Argentina – Cile.

 

Prima degli incontri di questa sera, la situazione è la seguente.

Coppie u23 : l'Italia (Mana-Zoia) ha sconfitto nel recupero il Montenegro per13-3 e si è qualificata seconda nella poule 3. Questa la composizione dei quarti di finale in programma questa sera a partire dalle 21 : Italia – Perù, Francia – Croazia, Serbia – Tunisia, Slovenia – Austria.

Coppie u18 : Nel recupero gli azzurri Falconieri-Simone Mana hanno sconfitto 13-2 il Brasile ottenendo l'accesso ai quarti (ore 21 di questa sera) dove sfideranno la Francia. Gli alti abbinamenti : Cile – Tunisia, Croazia – Montenegro, Slovenia – Argentina.

Staffetta u23 : La coppia azzurra Soligon-Zoia, grazie al punteggio di 49 su 58, ha centrato la qualificazione alle semifinali che vedranno contendersi l'accesso alla finale Italia contro Croazia e Francia contro Slovenia.

Staffetta u18 : Con il punteggio di 50 su 58 nei quarti di finale gli azzurri Aliprandi – Sciutto accedono alla semifinale dove incontreranno la Slovenia; l'altro confronto vedrà difronte Croazia e Francia. Entrambe le staffette si affronteranno questa sera alle 20.

Tiro progressivo u23 : Matteo Mana ha centrato la finale dopo aver superato per 45/48 a 39/48 il turco Yakin. La sfida per il titolo porrà difronte l'azzurro al francese Clement Seve (45 a 41 contro il tunisino Khiari)

Tiro progressivo u18 : Uscito Mattia Aliprandi nei quarti, l'esito delle semifinali ha privilegiato Slovenia (45/47) e Francia (42/47) a scapito di Croazia (37/45) e Tunisia (39/46).

Tiro di precisione u23 : Gabriele Graziano, con 16 punti nei quarti, ha superato lo svizzero Toinet (9). Accede in semifinale contro l'argentino Lucas Hecker (22), mentre la Serbia si confronterà con la Slovenia.

Tiro di precisione u18 : L'Italia è fuori gioco. Gli abbinamenti delle semifinali : Croazia – Brasile e Argentina – Monaco.

 

 

Terza giornata di sfide per il Mondiale alassino, a tinte chiaroscure per gli azzurri. Nel tiro progressivo Under 23 Matteo Mana, con il punteggio di 44 su 48, è finito al secondo posto della qualifica con 86 punti. Appresso, nei quarti di finale, lo score di 38 su 45 gli è bastato per accedere alle semifinali : Seve (Francia) contro Khiari (Tunisia), Mana contro Yakin (Turchia). Nulla da fare invece per Mattia Aliprandi nel progressivo under 18. Dopo la qualificazione ai quarti, ottenuta con il punteggio di 35 su 46, si è fermato nei quarti scendendo a 32 su 47. Vanno in semifinale Povh (Slovenia) contro Sipek (Croazia) e Balti (Tunisia) contro Roffino (Francia). La seconda manche del tiro di precisione Under 23 ha consegnato a Gabriele Graziano il biglietto per i quarti di finale grazie al totale punti di 31 (14 + 17). Purtroppo nella precisione Under 18 Mattia Falconieri non è riuscito a rimediare al primo punteggio (2), realizzando uno score da 13 nella seconda manche che non gli è bastato per acciuffare la qualifica finendo nono classificato, primo degli esclusi. Domani il sipario si alza alle 8 del mattino con gli spareggi di entrambe le coppie. A seguire : quarti di finale delle staffette (10 u23, 11 u18). Nel pomeriggio (14.30) quarti tiro di precisione u23, appresso semifinali tiri progressivi (15.30 u23, 16.30 u18); alle 17.30 quarti tiro di precisione u18. In serata semifinali staffette : 20 u23, 20.30 u18. Infine alle 21 quarti di finale per entrambe le coppie.

 

E' stato il tiro di precisione per under 18 a chiudere la seconda giornata del Mondiale. Purtroppo l'azzurro Mattia Falconieri non è andato oltre i 2 punti e pertanto dovrà superarsi nel secondo turno per arrivare ad un totale idoneo alla qualificazione. In precedenza il secondo turno della staffetta under 23 ha qualificato per i quarti di finale la coppia azzurra Soligon-Zoia , autori di un 50 su 60, terzo miglior punteggio dietro ai croati Gaspar-Saban (51/57) e ai francesi Seve-Bourrin (54/59). In base alla somma dei punteggi delle due manche (98), gli azzurri sono risultati secondi e affronteranno i bosniaci Corluka-Galic. Gli altri abbinamenti Francia-Montenegro, Croazia-Argentina, Slovenia-Turchia. Al termine della seconda prova di qualificazione della staffetta under 18, l'Italia di Aliprandi-Sciutto, grazie allo score di 45 su 59 si è piazzata al quarto posto e affronterà nei quarti di finale la Tunisia di Balti-Hamdi, finiti quinti. Le altre sfide saranno Slovenia-Libia, Francia-Turchia, Argentina-Croazia.

 

La seconda giornata del Mondiale alassino si è aperta con la disputa della seconda fase a coppie under 18. Gli azzurri Falconieri-Mana si sono prontamente riscattati dalla sconfitta contro il Cile, mettendo sotto con un secco 13-0 gli slovacchi Bago-Doval. Ora per qualificarsi dovranno superare i brasiliani Paloschi-De Conti, venerdì mattina alle 8. Nel tiro progressivo under 23 Matteo Mana ha esordito con uno score di 42 su 47. Meglio di lui il croato Cubela (43/47), il turco Yakin (43/48) e il francese Seve (43/49). In quello per under 18 l'azzurro Mattia Aliprandi è arrivato a quota 36 su 46. Punteggi migliori da parte del tunisino Balti (37/46), del francese Roffino (42/48) e dello sloveno Povh (45/47). Secondo turno per le coppie under 23 e prima vittoria per il tandem Mana – Zoia. Per 13-2 hanno respinto il tentativo dei bosniaci Soldo-Galic e andranno al match di recupero. Ora tornano in pista gli uomini delle staffette per il secondo passaggio, mentre alle 21 con la disputa del primo turno del tiro di precisione under 18, si saranno esibiti gli atleti di tutte e quattro le specialità di ciascuna categoria.

 

E' calato il sipario sulla prima giornata del Mondiale Giovanile di Alassio. Questi gli esiti.

Coppie Under 23: il tandem azzurro composto da Matteo Mana e Alex Zoia è uscito sconfitto per 7-8 contro i montenegrini Lukovic-Durovic. Nel secondo incontro affronteranno i bosniaci Soldo-Galic.

Staffetta Under 23: Ivan Soligon e Alex Zoia, con 48 su 59, hanno realizzato il miglior secondo punteggio dietro ai francesi Seve-Bourrin (50/59)

Staffetta Under 18: per Mattia Aliprandi e Stefano Sciutto un buon avvio con 41 su 59. Meglio di loro gli argentini Farias-Capdevilla (42/54) e i francesi Roffino-Peyron Gerard (47/59)

Coppie Under 18: Mattia Falconieri e Simone Mana si sono dovuti arrendere ai cileni Vega-Martinez per 6-13. Ora dovranno rimediare affrontando gli slovacchi Bago-Doval

Tiro di precisione Under 23: l'ultima prova in programma della giornata ha visto impegnato l'azzurro Gabriele Graziano che si è espresso con il punteggio di 14, quinto miglior score fra i 20 partecipanti

 

Diretta Streaming dalle 14.25 >>

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} }); jQuery.urlShortener.settings.apiKey='AIzaSyB9Z_0jbJ4-cZAis8KkEgZE2iGWFTQd8nE'; jQuery.urlShortener({ longUrl: "", success: function (shortUrl) { //shortUrl -> Shortened URL jQuery("meta[property='og:url']").attr('content',shortUrl); href=jQuery("#twitterhref").attr('href'); jQuery("#twitterhref").attr('href',href+'&url='+shortUrl); }, error: function(err) { alert(JSON.stringify(err)); } });