Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

Visualizza la Privacy Policy Approvo

Su impulso del Presidente Federale, circa delle segnalazioni pervenute che lamentavano una mancata osservanza delle norme relative alla “Coppa Italia Femminile di cat. A” della specialità Volo, si trasmette una nota esplicativa a firma del componente del Comitato Tecnico Federale Unitario Stefano Milan.

 

Contestualmente si prende atto che il richiamato regolamento è carente di norme puntuali che disciplinino l’eventuale sostituzione di formazioni rinunciatarie e che per consentire il pieno svolgimento della manifestazione si è proceduto ad una scelta discrezionale. A tal proposito, il Comitato Tecnico Federale si impegna ad integrare il regolamento della prossima edizione in maniera equanime.

 

“Promemoria Finale Coppa Italia categoria A Femminile (14 settembre):

 

  • A termini di regolamento, alla finale nazionale partecipano 8 squadre con Quorum definito (5 per l’Ovest, 3 per l’Est, vedi Disp. Tecniche 2019)
  • Le regioni, in seguito, si sono accordate in base ai numeri nel seguente modo: per l’Ovest Piemonte, 1 Liguria ed 1 Aosta; per l’Est 1 Veneto, 1 Friuli VG ed 1 Trentino.
  • La Trentina non partecipa e Veneto e Friuli VG non hanno la terza squadra da mandare, quindi (come da regolamento) viene sostituita da una del Comitato organizzatore (nel caso specifico, Aosta ne avrebbe il diritto, ma avendo solo una società con le caratteristiche, e che è già iscritta, viene sostituita da una piemontese).
  • In Veneto viene svolta una selezione con 2 squadre (Pramaggiore e Cavarzano); la Saranese non è in grado di iscriversi perché nello stesso giorno ha una giocatrice (Basei Valentina) convocata in nazionale per un incontro Italia-Francia e non raggiunge il numero di giocatrici sufficiente.
  • Rispettivamente in Valle d’Aosta ed in Friuli VG hanno una sola società iscritta e non fanno le selezioni.
  • La Pramaggiore comunica 3 giorni prima della chiusura le iscrizioni la sua non partecipazione perché la maggior parte delle sue giocatrici ha chiesto il nulla osta per andare in altra società. La Cavarzano, seconda classificata, mi dice che non partecipa a causa delle spese da sostenere. L’unica altra società in Veneto che ha giocatrici di categoria A e che potrebbe partecipare è la Saranese, che interpellata, accetta.
  • Visto che il Veneto ha il diritto di partecipare con una propria rappresentante, si iscrive la Saranese entro i termini previsti (31 agosto), previa autorizzazione del Componente del Comitato Tecnico Federale, Stefano Milan.

 

Stefano Milan”

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} }); jQuery.urlShortener.settings.apiKey='AIzaSyB9Z_0jbJ4-cZAis8KkEgZE2iGWFTQd8nE'; jQuery.urlShortener({ longUrl: "", success: function (shortUrl) { //shortUrl -> Shortened URL jQuery("meta[property='og:url']").attr('content',shortUrl); href=jQuery("#twitterhref").attr('href'); jQuery("#twitterhref").attr('href',href+'&url='+shortUrl); }, error: function(err) { alert(JSON.stringify(err)); } });