Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

Visualizza la Privacy Policy Approvo

La netta vittoria dei campioni d'Italia di Boville Marino su Rubierese Arag nel big match della giornata; le sconfitte casalinghe di Invoice C.B. Cagliari e CVM Moving Systems ad opera, rispettivamente, di Fontespina e Oikos Fossombrone (doppia vittoria in due giorni per quest’ultima squadra); e, infine, due incontri rinviati per problematiche legate al Covid-19: questi, in estrema sintesi, i dati più significativi emersi dalla quinta giornata del girone di andata del campionato di serie A di Bocce, specialità Raffa, andata in scena sabato 20 febbraio 2021.

GIRONE 1

Due le gare rinviate nel girone 1: non si è svolto, infatti, l'incontro tra i salernitani di Enrico Millo Baronissi e i trevigiani di Giorgione3Villese né quello tra i lombardi di MP Filtri Caccialanza e gli abruzzesi di Nova Inox Mosciano.

Nelle due gare disputatesi in modo regolare si è registrato un perfetto equilibrio.

I maceratesi di Pamperduto Montesanto e i veronesi di Vigasio Villafranca hanno pareggiato 4 a 4, riuscendo così a smuovere la classifica. La formazione di casa ha finalmente cancellato lo zero nella generale e altrettanto hanno fatto gli ospiti che, dopo aver subito una sconfitta a Milano in occasione della prima giornata di campionato, sono tornati a giocare dopo essere stati costretti al riposo per ben tre turni.

Pareggio per 4 a 4 anche fra due matricole della serie A: nel bocciodromo di Isola del Liri, i frusinati di NCDA Capitino e i napoletani di A.F. Accessori Moda Kennedy hanno dato vita ad uno scontro assai interessante sotto il profilo tecnico.

GIRONE 2

Nel girone 2, grandi protagonisti sono stati i campioni d'Italia di Boville Marino che hanno sconfitto in modo netto, con il punteggio di 7 a 1, gli emiliani di Rubierese Arag. Nell'occasione, il team laziale ha mostrato un'indiscutibile superiorità tecnica con una performance complessiva di alto livello. Accanto al capitano Fabio Palma, vera anima della squadra, giostrano boccisti completi (Nanni e Santucci) e un puntista eccellente come Facciolo, in una formazione che appare davvero "profonda", con una rosa ben articolata, nella quale s'inseriscono a meraviglia altre pedine come, ad esempio, Antonello Natale e Roberto D'Agostino. Nell'individuale, da rimarcare la prestazione impeccabile fornita da Giuliano Di Nicola; ma non si può certo considerare una sorpresa, vista la caratura di questo campione. Gli emiliani, invece, hanno denunciato una certa fragilità sotto il profilo psicologico: dopo la scoppola subita a Verbania nella quarta giornata, per il team allenato da Mirco Ruozi è arrivata un'altra brutta battuta d'arresto che sembrerebbe ridimensionare le ambizioni di una formazione in cui il capitano Maurizio "highlander" Mussini è stato l'unico a mostrare capacità di reazione, ameno in questo frangente. Rubierese Arag, tuttavia, dispone di risorse tecniche adeguate: ha solo bisogno di ricompattarsi per ripartire nel migliore dei modi. Il campionato è ancora lungo.

I sardi di Invoice Cagliari non sono stati in grado di sfruttare il turno casalingo: soccombendo per 3 a 5 ad opera dei marchigiani di Fontespina, hanno perso così l'opportunità di rilanciarsi in un torneo che, finora, è stato piuttosto avaro di soddisfazioni per la squadra isolana.

A Perugia, l'incontro tra APER Capocavallo, fanalino di coda della classifica, e Bocciofila Possaccio, prima della classe, è terminato con un salomonico pareggio: 4 a 4. A un buon primo tempo dei padroni di casa, capaci di andare al riposo in vantaggio per 3 set a 1, ha fatto seguito una rimonta da parte dei piemontesi: la matricola terribile, ancora una volta, ha dimostrato di possedere notevole doti caratteriali.

Sconfitta casalinga, infine, per i riminesi di CVM Moving Systems di Montegridolfo, che non hanno risposto in modo adeguato ad alcuni cambi di formazione operati dal tecnico Marco Gili; a sbarrare loro la strada ci hanno pensato i pesaresi di Oikos Fossombrone i quali, con una prova maiuscola, hanno ottenuto la vittoria con il punteggio di 5 a 3. Stesso punteggio con cui l’OIKOS Fossombrone ha superato, nel recupero di domenica 21, gli umbri dell’APER.

 

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} }); jQuery.urlShortener.settings.apiKey='AIzaSyB9Z_0jbJ4-cZAis8KkEgZE2iGWFTQd8nE'; jQuery.urlShortener({ longUrl: "", success: function (shortUrl) { //shortUrl -> Shortened URL jQuery("meta[property='og:url']").attr('content',shortUrl); href=jQuery("#twitterhref").attr('href'); jQuery("#twitterhref").attr('href',href+'&url='+shortUrl); }, error: function(err) { alert(JSON.stringify(err)); } });