Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

Visualizza la Privacy Policy Approvo

Si chiude la porta alle spalle della giornata numero quattordici del massimo campionato femminile di Petanque e le liguri Abg e Gsp Ventimiglia dicono “33”. Ma non sono dal dottore. Loro due anziché tossicchiare hano preferito parlare il linguaggio delle prim'attrici della fase di qualificazione e rimandare ai playoff le loro giustificate ambizioni.

 

VALORI - L'ultimo turno doveva soltanto indicare gli abbinamenti delle semifinali e lo ha fatto senza creare variazioni rispetto ai valori in campo e agli scontati pronostici. Così come accadde nella sfida dell'andata, la Caragliese, memore della sconfitta inferta alle genovesi nella settima giornata, si è mostrata a petto in fuori sui terreni dello Zerbino, costringendo la capolista all'angolo della parità in prossimità dell'ultimo round. E qui l'Abg ha confermato di possedere le coppie più redditizie del campionato cogliendo i quattro punti vitali.

SCATTO - Più agevole la via della vittoria per l'altra capolista Gsp il cui scatto ha lasciato nella polvere La Bisalta. Le liguri di frontiera speravano in un passo falso della formazione genovese per sottrarle la leader ship, sapendo che a parità di punti il primato sarebbe toccato alla diretta concorrente per effetto del 12-10 dell'andata a Ventimiglia e del 15-7 del ritorno a Genova. Pure il sogno proibito della Costigliolese - vincere almeno 16-6 contro il Pontedassio per entrare nell'anticamera del trono – si è esaurito subito sul vantaggio di 8-0 partorito dalle imperiesi.

NUMERI - Curiosando fra i numeri della regular season troviamo che l'Abg, schierando soltanto 10 terne, rispetto alle 17 di Gsp e Pontedassio, 18 della Bisalta, 20 della Centallese, 21 della Caragliese, 23 della Costigliolese e 24 dell'Auxilium, ha ottenuto il maggior rendimento (49 punti). Anche nelle coppie la formazione dello Zerbino ha messo insieme la resa più alta (66 punti). Oltre al suo tandem Cardo-Sara Ferrera (10 su 14), sono andate in doppia cifra Martini-Grosso della Caragliese (14 su 16), Biglione-Bottero della Costigliolese (14 su 18), Maurtua-Buschiazzo del Pontedassio (14 su 18) e Binisti-Rosina Greco del Gsp (10 su 18). Ma sono state le soliste a infiammare il massimo torneo e a determinarne gli esiti con i 168 punti a disposizione di ciascuna protagonista. Ad approfittarne maggiormente sono state le frontaliere del Gsp, brave a raccogliere 116 punti  soprattutto grazie a Bagalà, Binisti, Romeo, Rosina Greco, Donatella Greco, Scalise. Dalla graduatoria del rendimento delle individualiste, si palesa quanto abbiano influito sulla classifica finale : dietro al Gsp ci sono infatti l'Abg con 100 punti, la Costigliolese con 94, il Pontedassio con 90 e la Caragliese con 88. Proprio i colori di quest'ultima ha vestito la migliore solista del campionato, Elena Martini, con i suoi 13 successi in altrettante prove.

 

I risultati della quattordicesima giornata: Pontedassio – Costigliolese 12-10, Gsp Ventimiglia – La Bisalta 16-6, Auxilium Saluzzo – Centallese 8-14, Abg Genova – Caragliese 12-10.

Classifica finale: Abg Genova e Gsp Ventimiglia 33, Pontedassio 30, Costigliolese 24, Caragliese 21, Auxilium, Centallese e La Bisalta 9. Playoff, ospitati dalla savonese Martina Sassello domenica 27 giugno: Abg Genova – Costigliolese, Gsp Ventimiglia – Pontedassio. Non ci sono retrocessioni.

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} }); jQuery.urlShortener.settings.apiKey='AIzaSyB9Z_0jbJ4-cZAis8KkEgZE2iGWFTQd8nE'; jQuery.urlShortener({ longUrl: "", success: function (shortUrl) { //shortUrl -> Shortened URL jQuery("meta[property='og:url']").attr('content',shortUrl); href=jQuery("#twitterhref").attr('href'); jQuery("#twitterhref").attr('href',href+'&url='+shortUrl); }, error: function(err) { alert(JSON.stringify(err)); } });