Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

Visualizza la Privacy Policy Approvo

La geografia dello scudetto è ancora immutata. Rispetto all'ultima stagione, infatti, nell'area primato sono rimaste nuovamente loro, le quattro magnifiche pretendenti, signore del petanquismo italiano: San Giacomo, Vita Nova, Valle Maira, Bovesana. Ora c'è chi si dedica al rito classico che preclude all'evento delle semifinali. Per ottenere il responso c'è chi si affida alla propria competenza, chi invece suggerisce la boccia di cristallo. Noi non ci addentriamo in pronostici, ma curiosiamo invece nei numeri scaturenti da quattordici sempre avvincenti giornate.

 

PUNTI PARTITA – La reginetta della qualificazione, l'imperiese San Giacomo, ha messo insieme 218 punti partita, grazie ai 40 colti con le terne, 59 con le coppie e 119, poco più della metà, nelle prove individuali. È seguita dalla Valle Maira con i suoi 199, frutto dei 33 delle terne, 54 delle coppie, 112 delle individuali. Sono 183 quelli racimolati dalla Vita Nova, conquistati con le terne (32), le coppie (55) e le individuali (96). Contrariamente alla classifica, il Gsp Ventimiglia in questa graduatoria ha superato, seppur di poco, la Bovesana: 157 punti a 153. I liguri hanno fatto meglio con i solisti (82 punti contro 71), i cuneesi hanno fatto meglio con le coppie (49 punti contro 42), mentre si sono equivalsi nelle terne (33 ciascuna). Nelle zone inferiori, la Costigliolese ha conquistato 131 punti, distribuiti fra terne (22), coppie (34) e individuali (75), davanti a Buschese con i suoi 113 (16, 32 e 65) e Caragliese con 78 (15, 11 e 52).

 

TERNE – Prendendo in esame le terne che abbiano disputato almeno 5 prove, la graduatoria mette al primo posto le due formazioni della Bovesana: Biancotto-Busso-Girodengo (12 punti su 18) e Damiano-Occelli-Basso (11 su 20). Il club di Boves si evidenzia anche per il minor numero di terne utilizzate : soltanto 9, rispetto alle 13 della Vita Nova, 15 di Valle Maira e Costigliolese, 18 della Buschese, 19 del San Giacomo, 21 del Gsp Ventimiglia, 23 della Caragliese. Tornando al rendimento, seguono quelle della Vita Nova, composte da Steven Laforè-Davide Laforè-Fiandino (8 punti su 12) e Bresciani-Devid Cerutti-Debar (6 su 10); della Buschese con Francioli-Rovera-Zocco (6 su 10) e della Costigliolese con Mach-Simone Giraudo-Paolo Giordano (6 su 10).

COPPIE – Per le coppie la valutazione si riferisce alla disputa di almeno 6 prove. Ed è ancora la Bovesana a mettersi in luce con il suo inossidabile tandem, Damiano-Occelli : 18 punti su 18. Alle loro spalle Bruno-Torre (San Giacomo) con 12 su 16, Bresciani D.-Laforè D. (Vita Nova) con 10 su 12; Francioli-Zocco (Buschese) con 10 su 14; con 8 punti su 12 Cocciolo-Goffredo D. (Gsp), Giordano S.-Rovera (Costigliolese) e Nassa-Chiapello; con 8 su 14 Biancotto-Basso (Bovesana) e Bresciani D.-Denuar Cerutti (Vita Nova). Nell'utilizzo delle coppie, chi ne ha schierato di meno è la Vita Nova (12), seguita da Bovesana (16), Valle Maira (18), Costigliolese (18), Buschese (19), San Giacomo (20), Caragliese (21), Gsp (23).

INDIVIDUALI – Sono soltanto 7 i solisti sempre presenti nelle 14 giornate. Vale la pena nominarli : Steven Laforè, Denuar Cerutti e Davide Laforè della Vita Nova, Alessandro Basso e Brahim Boukanouf della Bovesana, Marco Fasciola della Caragliese, Simone Giordano della Costigliolese. Fra gli 86 individualisti schierati, la graduatoria del miglior rendimento, prendendo in esame almeno 12 prestazioni, vede svettare Fabrizio Bottero (Valle Maira) con 20 punti su 24, davanti a Diego Rizzi (San Giacomo) con 22 su 26, Davide Laforè (Vita Nova) con 22 su 28, Walter Torre (San Giacomo) con 20 su 26, Simone Giordano (Costigliolese) e Steven Laforè (Vita Nova) con 20 su 28,  Andrea Chiapello (Valle Maira), Fabio Dutto (Valle Maira) e Alessio Cocciolo (Gsp) con 18 su 26, Donato Goffredo (Gsp) con 17 su 26, Denuar Cerutti (Vita Nova) e Brahim Boukanouf (Bovesana) con 18 su 28. Anche se è sceso in campo soltanto 8 volte, merita menzione Mauro Martino della Valle Maira, a punteggio pieno con 8 successi. Nell'utilizzo dei solisti la Vita Nova si è fermata a 8, rispetto ai 9 della Valle Maira, 10 della Bovesana e Gsp, 11 della Buschese, 12 della Costigliolese e Caragliese, 14 del San Giacomo. 

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} }); jQuery.urlShortener.settings.apiKey='AIzaSyB9Z_0jbJ4-cZAis8KkEgZE2iGWFTQd8nE'; jQuery.urlShortener({ longUrl: "", success: function (shortUrl) { //shortUrl -> Shortened URL jQuery("meta[property='og:url']").attr('content',shortUrl); href=jQuery("#twitterhref").attr('href'); jQuery("#twitterhref").attr('href',href+'&url='+shortUrl); }, error: function(err) { alert(JSON.stringify(err)); } });