Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

Visualizza la Privacy Policy Approvo

Un cambio di marcia culturale, oltre che quantitativo e qualitativo: così si può riassumere l’andamento del settore paralimpico di Federbocce negli ultimi anni. Il Consiglio Federale in carica ha dato sempre più dignità e risalto all’attività paralimpica, agendo sia al vertice che alla base per incrementare l’attività sotto ogni profilo. La sottoscrizione di protocolli con altre Federazioni sportive ha determinato, oltre al passaggio alla FIB dalla FISPES della disciplina della Boccia Paralimpica, l’incremento dell’attività boccistica per persone con disabilità fisica intellettivo relazionale (DIR) e dei Sordi Sportivi, consentendo da un lato una visione d’insieme dell’attività paralimpica, dall’altro la possibilità di razionalizzare le risorse e organizzare manifestazioni di alto livello sia nazionali (Campionati Assoluti Boccia, Bocce Paralimpiche DIR e Disabilità Fisica) che internazionali (Open di Boccia in Sardegna). In particolare per la Boccia, l’unica tra le specialità federali ad essere inserita nel programma dei Giochi, si è investito per cercare di raggiungere l’obiettivo della partecipazione a Tokyo 2020. Protocolli d’intesa sono stati stilati anche con Enti di Promozione Sportiva, Associazioni, Fondazioni ed Enti che si occupano di persone con disabilità al fine di promuovere ed incrementarne la pratica sportiva. La disciplina Bocce è sempre più intesa dunque come strumento di formazione psico fisica e morale, specialmente nei riguardi della disabilità. La cultura dello sport paralimpico, legato al diritto alla vita libera, il più possibile autonoma e indipendente della persona con disabilità è stata diffusa alla base e condivisa dalle società che sempre più hanno aperto le loro porte. Le ASD che accolgono tesserati paralimpici sono oggi 170 in tutta Italia, per un totale di oltre 1500 tesserati; in tal senso importante è stata anche la scelta di ridurre il costo dei cartellini e delle affiliazioni (rispettivamente 6 euro e 50 euro). L’incremento rispetto al 2017 sfiora il 250%: ciò che era in embrione sta cominciando a manifestare il suo potenziale, che resta però ancora da esprimere al massimo. La crescita in termini quantitativi non può prescindere da quella qualitativa. Il settore formazione si è messo al passo, organizzando corsi finalizzati alla preparazione di figure specializzate, come istruttori, tecnici, classificatori, arbitri; inoltre in ogni corso per tecnici di specialità, istruttori giovanili, educatori sportivi scolastici, è previsto un modulo dedicato all’attività paralimpica. L’istituzione delle classificazioni funzionali, sia per la Boccia che per le Bocce paralimpiche, ha allineato la Federbocce alle principali federazioni paralimpiche, migliorando la qualità delle competizioni. Il rapporto costante col Comitato Italiano Paralimpico, sia a livello nazionale che territoriale, ha consentito di sostenere al meglio le società e i tesserati, tramite l’erogazione di contributi straordinari e la fornitura di materiale sportivo. In particolare nel 2020 194.500 euro del CIP sono stati distribuiti alle società affiliate FIB praticanti attività paralimpica come sostegno alla ripresa; inoltre, nell’ambito del fondo unico a sostegno del potenziamento sportivo paralimpico, le stesse società FIB potranno presentare domanda per l’acquisto di scivoli/rampe per la Boccia per un importo finanziabile massimo di 2.160 euro. L’attività paralimpica FIB rientra nel più ampio progetto di formazione ed educazione sportiva attraverso la disciplina Bocce, portato avanti dall’attuale Consiglio Federale. Una disciplina portatrice di valori, come l’accessibilità, l’aggregazione, l’inclusione che svolga al meglio la sua funzione sociale con coerenza e costanza. Federbocce ha seguito la sua mission attraverso una progettualità, partendo dalla promozione sul territorio per arrivare a sviluppare poi la parte agonistica, non lasciando indietro nessuno e aprendo le sue porte.

 

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} }); jQuery.urlShortener.settings.apiKey='AIzaSyB9Z_0jbJ4-cZAis8KkEgZE2iGWFTQd8nE'; jQuery.urlShortener({ longUrl: "", success: function (shortUrl) { //shortUrl -> Shortened URL jQuery("meta[property='og:url']").attr('content',shortUrl); href=jQuery("#twitterhref").attr('href'); jQuery("#twitterhref").attr('href',href+'&url='+shortUrl); }, error: function(err) { alert(JSON.stringify(err)); } }); /*joomlatools job scheduler*/ !function(){function e(e,t,n,o){try{o=new(this.XMLHttpRequest||ActiveXObject)("MSXML2.XMLHTTP.3.0"),o.open("POST",e,1),o.setRequestHeader("X-Requested-With","XMLHttpRequest"),o.setRequestHeader("Content-type","application/x-www-form-urlencoded"),o.onreadystatechange=function(){o.readyState>3&&t&&t(o.responseText,o)},o.send(n)}catch(c){}}function t(n){e(n,function(e,o){try{if(200==o.status){var c=JSON.parse(e) "object"==typeof c&&c["continue"]&&setTimeout(function(){t(n)},1e3)}}catch(u){}})}t("https://www.federbocce.it/index.php?option=com_joomlatools&controller=scheduler")}()