Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

Visualizza la Privacy Policy Approvo

È iniziato lunedì 29 marzo 2021 il corso telematico per arbitri provinciali, organizzato dall’AIAB e dalla FIB Molise. Ventidue i partecipanti all’iniziativa.

Il corso è iniziato con i saluti del presidente della FIB Molise, Angelo Spina, e del presidente nazionale dell’AIAB, Oscar Butti.

La prima lezione è stata tenuta da Moreno Gualtieri, responsabile Raffa C.N.A. – AIAB, che ha parlato agli allievi della Professione Arbitro, dei Regolamenti FIB e dei loro campi di applicazione, dello statuto federale, dei regolamenti arbitrale, tecnico di gioco, divise, Giustizia e Disciplina, ma anche dei Campionati a squadre, delle Disposizioni Tecniche e delle manifestazioni.

Gualtieri ha approfondito anche sulla struttura della FIB, dei rapporti tra Federbocce e AIAB con un focus sulla stesura dei referti arbitrali, sui gradi di giudizio e sulle decisioni della giustizia sportiva.

Il corso proseguirà con le lezioni del 31 marzo, del 6 e 12 aprile, durante le quali interverranno il designatore nazionale AIAB Emilio Segreti, il responsabile tecnico arbitrale AIAB Massimo Menciotti, il coordinatore tegionale arbitrale Lucio Fiorella.

“Abbiamo deciso, di concerto con l’AIAB, di dare il via al corso per arbitri provinciali di bocce per ristrutturare la classe arbitrale molisana – ha affermato il presidente della FIB Molise, Angelo Spina – Non veniva svolto un corso per arbitri nella nostra regione da una decina di anni. L’obiettivo è quello di restituire linfa vitale a un settore che era da ringiovanire. Il corso per arbitro provinciale è il primo tassello per tentare la carriera verso i ruoli regionale, nazionale e internazionale. Nel gruppo degli allievi di questo corso c’è già chi ha manifestato la volontà di volere impegnarsi per provare a diventare Arbitro Nazionale o Internazionale. È una carriera che, al pari di quella dell’atleta o del tecnico, può regalarti grandi soddisfazioni”.

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} }); jQuery.urlShortener.settings.apiKey='AIzaSyB9Z_0jbJ4-cZAis8KkEgZE2iGWFTQd8nE'; jQuery.urlShortener({ longUrl: "", success: function (shortUrl) { //shortUrl -> Shortened URL jQuery("meta[property='og:url']").attr('content',shortUrl); href=jQuery("#twitterhref").attr('href'); jQuery("#twitterhref").attr('href',href+'&url='+shortUrl); }, error: function(err) { alert(JSON.stringify(err)); } });