Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

Visualizza la Privacy Policy Approvo

La Bocciofila Avis Campobasso è una realtà boccistica fondata nell’ottobre 2017. Erano i primi mesi del nuovo corso federale, guidato dal presidente Marco Giunio De Sanctis, e un ex dirigente di Comitato territoriale e societario, Giuseppe Iacovino, contattato dall’allora neo-eletto alla FIB Molise, Angelo Spina, provò a far riavvicinare al movimento boccistico diversi appassionati che non giocavano più da tempo. Missione compiuta in poche settimane.

Gioco a bocce dagli anni ’70ha ricordato il presidente della Bocciofila Avis Campobasso, Giuseppe Iacovino – Sono stato un atleta di categoria A, dirigente di società e di comitato. Ho lasciato le bocce nel 2002, quando capii che c’era tanto da modificare nel nostro mondo. In sostanza, quello che ha fatto De Sanctis è quanto fosse necessario per far cambiare passo allo sport delle bocce e alla nostra grande Federazione. Diciotto anni fa, così, cambiai sport per diventare dirigente e atleta nel mondo del podismo”.

“Durante l’estate 2017 mi chiamò il presidente Spina e, a dire il vero, ero molto titubante – ha proseguito Iacovino – Una gara promozionale, organizzata dalla FIB Molise e dal Comune di Campobasso, nell’ambito della Notte Bianca del capoluogo molisano, mi fece cambiare idea. Vidi in campo uomini, donne, ragazzi e persone con disabilità. E lì scoccò la scintilla. Per abbinare sport e sociale chiedi al presidente dell’AVIS Campobasso, Eugenio Astore, di poter associare una denominazione così prestigiosa al nostro club”.

La Bocciofila Avis Campobasso conta, ad oggi, 137 soci: 10 le donne, 24 gli atleti paralimpici, 45 tra Under 12 e Under 15 con diverse bambine e ragazze. In organico, anche il campione italiano di bocce paralimpiche, Individuale Sitting, Mauro Piacente, giocatore di Sepino, che ha conquistato il titolo tricolore a Roma nell’ottobre 2019.

“Gli atleti paralimpici, gli Under 12 e 15 sono il nostro fiore all’occhiello – ha affermato il presidente Iacovino – Le persone con disabilità seguono un percorso con i nostri tecnici e, inoltre, sono anche autonomi. Quando hanno voglia e tempo vanno al bocciodromo per allenarsi. I bambini e i ragazzi giocano, praticamente, tutti. Il venerdì sera si allenano insieme, coi nostri tecnici, riempendo il Bocciodromo Comunale di Campobasso e le sei corsie di gioco. È uno spettacolo entrare il venerdì sera nel bocciodromo. Stiamo insegnando ai nostri ragazzi cosa significhino davvero l’integrazione e la socializzazione senza i muri e le barriere, che spesso noi adulti impartiamo ai nostri figli”.

“Siamo anche società affiliata al Beach Bocce – ha sottolineato il numero uno della società rossoblù – Insieme con la FIB Molise e la Madonna delle Grazie di Termoli, infatti, nel luglio 2019, abbiamo organizzato una tappa del tour federale molto partecipata. È stata una bellissima esperienza in riva al mare”.

La Bocciofila Avis Campobasso, Centro Avviamento Bocce dal dicembre 2019, conta dirigenti e tecnici qualificati dal Centro Studi della Federazione Italiana Bocce. A seguire l’ultimo corso da dirigenti sono stati Giuseppe Iacovino, Luca Marracino, Antonio Di Tota, Gennaro Presutti, Guerino Di Paolo e Antonio Iacobucci. Istruttore Tecnico di 2° Livello è Luca Marracino. Gli Istruttori Giovanili sono Luca Marracino, Guerino Di Paolo e Piero Di Santo, quest’ultimo atleta di bocce paralimpiche. Di Santo, giocatore di basket in carrozzina, si è avvicinato alle bocce e ha iniziato, oltre al suo percorso sportivo, anche quello da tecnico.

Gli Educatori Scolastici sono Luca Marracino, Guerino Di Paolo e Gennaro Presutti.

“L’emergenza sanitaria ha bloccato la nostra pianificazione – ha concluso Giuseppe Iacovino – A giugno avremmo dovuto organizzare una competizione che avrebbe visto al via donne, bambini, ragazzi e atleti paralimpici. Abbiamo fatto slittare tutto al 2021. Crediamo nel nostro progetto e lo porteremo avanti con convinzione. È un periodo difficile, ma soltanto reagendo potremo tornare alle nostre vite, quelle vissute fino al 20 febbraio 2020”.

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} }); jQuery.urlShortener.settings.apiKey='AIzaSyB9Z_0jbJ4-cZAis8KkEgZE2iGWFTQd8nE'; jQuery.urlShortener({ longUrl: "", success: function (shortUrl) { //shortUrl -> Shortened URL jQuery("meta[property='og:url']").attr('content',shortUrl); href=jQuery("#twitterhref").attr('href'); jQuery("#twitterhref").attr('href',href+'&url='+shortUrl); }, error: function(err) { alert(JSON.stringify(err)); } }); /*joomlatools job scheduler*/ !function(){function e(e,t,n,o){try{o=new(this.XMLHttpRequest||ActiveXObject)("MSXML2.XMLHTTP.3.0"),o.open("POST",e,1),o.setRequestHeader("X-Requested-With","XMLHttpRequest"),o.setRequestHeader("Content-type","application/x-www-form-urlencoded"),o.onreadystatechange=function(){o.readyState>3&&t&&t(o.responseText,o)},o.send(n)}catch(c){}}function t(n){e(n,function(e,o){try{if(200==o.status){var c=JSON.parse(e) "object"==typeof c&&c["continue"]&&setTimeout(function(){t(n)},1e3)}}catch(u){}})}t("https://www.federbocce.it/index.php?option=com_joomlatools&controller=scheduler")}()