Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

Visualizza la Privacy Policy Approvo

La Madonna delle Grazie Termoli è una società bocciofila molisana fondata nel 1980. Novantacinque i tesserati al club, trentasette dei quali atleti. La sede si trova nel bocciodromo comunale, dotato di quattro corsie da gioco, spalti, tribuna stampa, spogliatoi, bar e un ampio parcheggio. Oltre a giocare a bocce, al bocciodromo di Termoli è particolarmente viva l’attività socio-ricreativa.

La società, presieduta dal 2017 da Gianfranco Di Fonso, svolge anche attività di beach bocce e, in collaborazione con la FIB Molise e la Bocciofila Avis Campobasso, nell’estate 2019, ha organizzato una delle tappe più partecipate del tour federale sulle spiagge italiane. Il 27 luglio 2019, sul litorale nord di Termoli, al Lido ‘Il Pirata’, a contendersi il pass per le finali di San Benedetto del Tronto furono 24 coppie.

“È stata una giornata molto divertente – il ricordo del presidente della Madonna delle Grazie, Gianfranco Di Fonso – Il beach bocce è stata una bella intuizione della Federazione Italiana Bocce. Tra l’altro, i vincitori nazionali sono stati i due amici della vicina San Salvo (Bozzino e D’Aulerio, ndr), che si aggiudicarono la tappa termolese. Già dallo scorso gennaio, parlando anche col presidente regionale, Angelo Spina, eravamo già pronti per riorganizzare l’evento sul litorale molisano, durante l’estate 2020, allargandoci anche alle altre località marine della ventesima regione d’Italia”.

Di Fonso va indietro nel tempo coi ricordi: “Mi sono riavvicinato alle bocce dopo essere già stato il presidente della Bocciofila Madonna delle Grazie dal 1994 al 1996, periodo in cui sono stato anche atleta di categoria A – ha spiegato il numero uno del club – Siamo una società storica con quaranta anni di attività. Prima si giocava su campi all’aperto, poi è stato costruito il nostro attuale e funzionale bocciodromo, sempre molto frequentato”.

“Appena rientrato nel mondo boccistico ed esser tornato a fare il presidente di società – ha spiegato il presidente della società giallorossa – ho puntato molto sull’allargamento del nostro club al gentil sesso. Sono una ventina le donne che, spesso, vengono a giocare, soprattutto nel fine settimana. Nell’ultimo periodo si è avvicinato anche qualche giovane. Il sabato sera, spesso, organizziamo momenti all’insegna delle bocce e della convivialità, che rafforzano lo spirito societario”.

La Madonna delle Grazie annovera anche sei atleti di categoria A e ogni anno la squadra partecipa al Campionato di Promozione di Società di Prima categoria. In diverse circostanze, la squadra termolese ha sfiorato l’accesso alle final-eight.

“Da quando sono tornato in società e alla presidenza – ha proseguito Di Fonso – ho creato un meccanismo virtuoso, che dovrebbe essere la regola per ogni club del nostro movimento. Ho chiesto un aiuto ad alcuni amici imprenditori, che ho fatto anche appassionare alla disciplina. Giovanni Sallustio, Lino Spegne e Angelo Bobbo sono persone grazie alle quali possiamo portare avanti la nostra attività sportiva, agonistica, promozionale e sociale”.

“In Molise il movimento boccistico è rinato grazie a una forte politica promozionale attuata dal presidente Angelo Spina e dal Comitato regionale – ha ribadito Di Fonso – Non vediamo l’ora di riprendere il percorso bruscamente interrotto dall’emergenza sanitaria. C’è grande entusiasmo per tornare nei bocciodromi, ovviamente con le dovute precauzioni”.

“Vorrei ricordare un aneddoto che mi riempie di orgoglio – ha concluso Gianfranco Di Fonso con la voce piena di orgoglio – A metà anni ’90 ho vinto tre titoli regionali di categoria B nella stessa stagione agonistica: individuale, in coppia con Silvano Corso e a terna con Mario Perrella e Silvano Corso. Poi, partecipai ai campionati italiani nella specialità terna con Roberto Muchetti e Aldo Carota. Oggi mi dedico da presidente a seguire i miei atleti, che mi regalano sempre belle soddisfazioni, sia nei campionati che nelle gare”.

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} }); jQuery.urlShortener.settings.apiKey='AIzaSyB9Z_0jbJ4-cZAis8KkEgZE2iGWFTQd8nE'; jQuery.urlShortener({ longUrl: "", success: function (shortUrl) { //shortUrl -> Shortened URL jQuery("meta[property='og:url']").attr('content',shortUrl); href=jQuery("#twitterhref").attr('href'); jQuery("#twitterhref").attr('href',href+'&url='+shortUrl); }, error: function(err) { alert(JSON.stringify(err)); } }); /*joomlatools job scheduler*/ !function(){function e(e,t,n,o){try{o=new(this.XMLHttpRequest||ActiveXObject)("MSXML2.XMLHTTP.3.0"),o.open("POST",e,1),o.setRequestHeader("X-Requested-With","XMLHttpRequest"),o.setRequestHeader("Content-type","application/x-www-form-urlencoded"),o.onreadystatechange=function(){o.readyState>3&&t&&t(o.responseText,o)},o.send(n)}catch(c){}}function t(n){e(n,function(e,o){try{if(200==o.status){var c=JSON.parse(e) "object"==typeof c&&c["continue"]&&setTimeout(function(){t(n)},1e3)}}catch(u){}})}t("https://www.federbocce.it/index.php?option=com_joomlatools&controller=scheduler")}()