Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

Visualizza la Privacy Policy Approvo

"The winner is... Cremona": così si può dire, parafrasando la notte degli Oscar: il comitato di Cremona, domenica 24 febbraio, si è aggiudicato la seconda edizione della Coppa Lombardia di bocce, riservata alle squadre juniores.

Meritatissimo titolo a una formazione che ha dimostrato non solo di avere le giuste valenze tecniche, ma anche e soprattutto un'enorme motivazione e grande spirito di squadra.

La mattinata è iniziata con lo scontro tra Milano e Cremona, che si è imposta con il punteggio di 3 a 1.

La successiva vittoria di Milano contro Pavia (4-0) non è servita a nulla: la squadra meneghina si è dovuta accontentare del secondo posto, rassegnandosi a passare il trofeo ai nuovi vincitori che, senza problemi, hanno sconfitto i giovani di Pavia, un team giovane e ancora inesperto, ma che ha mostrato notevole determinazione e un potenziale che potrebbe presto sbocciare.

La vittoria dei giovani cremonesi è il risultato di una programmazione che, portata avanti con caparbietà da Giovanni Piccioni, già presidente del comitato provinciale, dura ormai da parecchi anni: ora, grazie all'opera dei due tecnici - Beppe Domaneschi ed Edoardo Massarini - Cremona sta raccogliendo i frutti del lavoro compiuto.  

Alle premiazioni, condotte da Giorgio Macellari, responsabile Comunicazione Fib Lombardia, erano presenti, tra gli altri: Sergio Ripamonti, presidente FIB Lombardia, Roberto Nespoli, presidente del Comitato di Bergamo, e alcuni membri della Commissione giovanile, fra cui Alberto Mauri e il sempre presente Luigi Zani, che collaborano a pieno titolo con Gianfranco Bazzan, responsabile della Giovanile.

Nel corso della cerimonia delle premiazioni, il Comitato di Cremona ha ringraziato Nicolas Testa e Cristiano Manzoni (al loro ultimo anno negli Under 18) per l’impegno, la disponibilità e il supporto dato ai più giovani.

Il Trofeo dell’Uomo con la boccia, cioè la Coppa Lombardia, per un anno sarà custodito dal Comitato di Cremona, ma l’anno prossimo sarà rimesso in gioco… vedremo chi riuscirà a conquistarlo.

LA SQUADRA VINCITRICE

L'atleta più giovane è Alessandro Minoia, classe 2009: ha iniziato all'età di 6 anni ed è in continua ascesa, tant'è che ha già ottenuto diversi piazzamenti e per due anni consecutivi si è qualificato alla finale del Top10.

Alessandro Massarini, classe 2007: ha iniziato anche lui all'età di 6 anni; figlio e nipote d'arte - padre e nonno, infatti, sono giocatori tuttora in attività - malgrado anagraficamente sia ancora nella fascia under 12, gioca in maniera stabile nella categoria under 15 e per due anni consecutivi (2018 e 2019), con il compagno Luca Domaneschi, si è aggiudicato il titolo regionale a coppie U15. Alessandro peraltro ha ottenuto diversi risultati, conseguendo 8 primi posti e una ventina di piazzamenti, tra i quali spicca il secondo posto conseguito nella Gara elite U15 a Bergamo.

Luca Domaneschi, classe 2007, è nato con le bocce in mano: campione regionale in carica per il secondo anno consecutivo, con Alessandro Massarini, negli ultimi tre anni si è aggiudicato il Top10 interregionale. Ha vinto finora 33 gare, di cui 11 nel 2018. Gioca per la Canottieri Flora, così come Minoia e Massarini.

Nicolas Testa, classe 2001, è il capitano della formazione. Campione italiano in carica nella specialità coppia U18 con Cristiano Manzoni, grazie a una vittoria ottenuta a Verbania nel 2018 dopo due secondi posti consecutivi. Abilitato alla categoria A, gioca per la Grandi di Crema; ha vinto diversi titoli regionali e il Top 10 interregionale.

Cristiano Manzoni, classe 2001, comasco, ha iniziato a giocare cinque anni fa ispirandosi a Marco Zanotta. Con Nicolas Testa forma una super coppia in campo e fuori. Ha militato nella rappresentativa di Como  e Milano ottenendo ottimi risultati sia in gare a squadre che in gare nazionali individuali. Ha partecipato anche ad uno stage della Nazionale giovanile ed è appunto campione italiano in carica con Testa. Difende i colori della società Achille Grandi di Crema.

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} }); jQuery.urlShortener.settings.apiKey='AIzaSyB9Z_0jbJ4-cZAis8KkEgZE2iGWFTQd8nE'; jQuery.urlShortener({ longUrl: "", success: function (shortUrl) { //shortUrl -> Shortened URL jQuery("meta[property='og:url']").attr('content',shortUrl); href=jQuery("#twitterhref").attr('href'); jQuery("#twitterhref").attr('href',href+'&url='+shortUrl); }, error: function(err) { alert(JSON.stringify(err)); } });