Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

Visualizza la Privacy Policy Approvo

Tra la schiera di giovani uno sta facendo parlare molto di sé, a Frosinone e dintorni. Si tratta dell’Under 18 Gabriele Quattrociocchi, appartenente al Circolo Bocciofilo Comunale “R. Olsaretti” di Castelliri. Sedici anni compiuti lo scorso agosto e nativo di Alatri, è balzato agli onori della cronaca dopo avere inanellato tre successi individuali nelle ultime tre gare regionali seniores. Si è avvicinato al mondo della Raffa nel 2016, muovendo i primi passi alla Sanità Alatri. Successivamente è approdato alla S. Gerardo e, nei mesi scorsi, alla “Olsaretti”, presieduta da Sandro Palombo. “A Castelliri mi sento a mio agio. La società ha inoltre avviato i progetti di scuola bocce”, esordisce il giovane, il quale proviene da una famiglia di bocciofili: il nonno e gli zii hanno sempre praticato la disciplina. Dalla stagione agonistica attuale milita nella categoria Under 18. Gabriele non teme il confronto con i più grandi, tant’è che si cimenta sia nelle competizioni riservate agli juniores, sia in quelle dei seniores. “Quando gioco contro i miei coetanei devo dare il 100%, in quanto molti di essi hanno maturato esperienze significative nel resto d’Italia. D’altra parte sono obbligato a rendere al meglio delle mie possibilità anche nelle sfide con gli adulti, altrettanto impegnative”. L’attività boccistica lo appassiona, assorbendo tutto il suo tempo libero: “Non pratico altri sport. Dopo la scuola (frequenta l’istituto tecnico economico, ndr) mi dedico esclusivamente alle bocce”. Si allena tre volte alla settimana, ma “quando posso anche di più”, continua. Ha partecipato, in coppia, a due edizioni dei campionati italiani Under 15. Gabriele è un individualista completo: “Mi esercito anche con il sottomano e con il tiro di volo”. I suoi atleti di riferimento sono il compagno Fabio Iafrate e Luca Casinelli, entrambi prodighi di consigli. Nel corso della stagione ha sperimentato il campionato giovanile, giocando in prestito alla società I Fiori: “Purtroppo siamo stati sconfitti nelle eliminatorie. Tuttavia, l’esperienza si è rivelata molto positiva”. I “big” ai quali si ispira? “Gianluca Formicone, perché in accosto è una macchina. Per quanto riguarda la bocciata prediligo Mirko Savoretti e Luca Viscusi”. I suoi obiettivi futuri: “Migliorarmi ulteriormente, avanzare di categoria e impegnarmi a vincere il titolo italiano”.

 

Nella foto Gabriele Quattrociocchi

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} }); jQuery.urlShortener.settings.apiKey='AIzaSyB9Z_0jbJ4-cZAis8KkEgZE2iGWFTQd8nE'; jQuery.urlShortener({ longUrl: "", success: function (shortUrl) { //shortUrl -> Shortened URL jQuery("meta[property='og:url']").attr('content',shortUrl); href=jQuery("#twitterhref").attr('href'); jQuery("#twitterhref").attr('href',href+'&url='+shortUrl); }, error: function(err) { alert(JSON.stringify(err)); } });