Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

Visualizza la Privacy Policy Approvo

Una nuova avventura per la sei volte campionessa del Mondo, Elisa Luccarini, che, dopo diversi anni durante i quali si è dedicata ai giovani atleti emiliani, adesso avrà la grande chance di collaborare con la Federazione Italiana Bocce in qualità di Responsabile Tecnico Nazionale per l’attività di avviamento giovanile femminile.

 

“Una chiamata arrivata un po’ a sorpresa, nonostante segua le categorie juniores nel mio territorio da quindici anni – ha ammesso Elisa Luccarini – Mi sono messa a disposizione dei ragazzi, perché credo che un campione debba lavorare per il futuro della propria disciplina. In questi anni ho trovato il tempo per seguire i giovani, nonostante gli impegni di allenamento in settimana e agonistici nel fine settimana”.

 

“La proposta della Federbocce mi ha dato carica ed entusiasmo – ha affermato Luccarini – Credo che le figure di riferimento siano indispensabili per le nostre ragazze, sia per chi già gioca, ma anche per chi si avvicina alla disciplina”.

 

“Mi sono messa in gioco, perché credo nell’opera di rinnovamento della Federazione Italiana Bocce – le parole di Elisa Luccarini – Le bocce sono uno sport e, durante questo corso federale, si è puntato molto su questo concetto. Siamo uno Federazione dalle enormi potenzialità e sono felice di poter dare il mio contributo”.

 

L’atleta emiliana guarda già all’immediato futuro, delineando le strategie che ha in mente: “Ci sono regioni in cui si è lavorato poco sul settore femminile. Potremmo partire da questi territori, anche per estendere il movimento con forza su tutto il territorio”.

 

“Dovremo essere bravi a dare alle ragazze i giusti stimoli per entrare e restare in un bocciodromo. Io, ad esempio, ho iniziato a sei anni e gioco da quaranta. Mi auguro di riuscire a portare la mia esperienza alle ragazze – il pensiero di Elisa Luccarini – Un tempo era più semplice trattenere i ragazzi in un contesto sportivo; oggigiorno, occorre lavorare molto sull’aspetto psicologico”.

 

“A livello nazionale abbiamo cinque ragazze che promettono bene, di livello superiore alle altre, ma in via di miglioramento dal punto di vista caratteriale – l’analisi di Luccarini – Ora lavoreremo sulle altre atlete per provare a portarle allo stesso livello e, soprattutto, l’obiettivo è far capire come lo sport delle bocce possa regalarti delle grandi soddisfazioni”.

 

“La Federbocce sta lavorando molto bene sull’immagine e, finalmente, dopo anni in cui si è comunicato solo all’interno, oggi possiamo vedere come si sta comunicando verso l’esterno, ovvero nei confronti di chi non conosce la nostra disciplina”, ha proseguito Elisa Luccarini.

 

L’azzurra lavorerà a stretto contatto con lo staff tecnico nazionale proprio per condividere un’azione unitaria- prosegue Elisa- che porti finalmente il nostro meraviglioso sport a fregiarsi di un momento giovanile all’altezza, necessario per il dovuto ricambio generazionale.

 

Nella foto Elisa Luccarini in azione

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} }); jQuery.urlShortener.settings.apiKey='AIzaSyB9Z_0jbJ4-cZAis8KkEgZE2iGWFTQd8nE'; jQuery.urlShortener({ longUrl: "", success: function (shortUrl) { //shortUrl -> Shortened URL jQuery("meta[property='og:url']").attr('content',shortUrl); href=jQuery("#twitterhref").attr('href'); jQuery("#twitterhref").attr('href',href+'&url='+shortUrl); }, error: function(err) { alert(JSON.stringify(err)); } });