Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

Visualizza la Privacy Policy Approvo

Claudio Vittino (Nord-Ovest), Giorgio Marian (Nord-Est), Corrado Tecchi (Centro) e Antonio Barbato (Sud), coordinatori regionali d'area della Federazione Italiana Bocce, hanno sottoscritto una missiva con cui confermano la piena fiducia a Marco Giunio De Sanctis, richiamando "il coraggio con cui il presidente federale ha avviato, insieme ai consiglieri federali e ai dirigenti territoriali, un percorso di vero rinnovamento con risultati che sono sotto gli occhi di tutti".

 

Di seguito la lettera firmata dai quattro coordinatori d'area della FIB.

 

"Non è possibile e tanto meno accettabile che a distanza di più di tre anni dall'ultima assemblea elettiva vengano date alla stampa, strumentalmente e faziosamente, alla vigilia dei rinnovi federali, notizie vecchie trite e ritrite.

A Verona si è consumata la netta sconfitta dell'allora presidente uscente Rizzoli, sfiduciato democraticamente dai presidenti, in rappresentanza di tutte le società d'Italia.

Non si comprende quindi il rivangare avvenimenti a suo tempo accaduti sui quali, peraltro, la magistratura si è già espressa due volte con richiesta di archiviazione.

Quanto fatto pubblicare da diversi giorni su media e sui social ha procurato un danno di immagine enorme all'intero sport delle bocce.

Le ripicche personali, ingiustificate e provocatorie di qualcuno, non possono e non devono in alcun modo ledere la nostra disciplina mettendola in cattiva luce agli occhi della pubblica opinione.

La cosa ancora più grave è che il regista, poco occulto, anzi più che noto, di questa ingiustificabile iniziativa ha sempre sostenuto di amare le bocce. Se questo è il modo!!

Non è così che ci si comporta.

È l'intero movimento che insorge e condanna fermamente questo metodo meschino e vergognoso.

Così si vuol rovinare il nostro sport e il nostro organismo federale squalificandolo e delegittimandolo.

Noi contestiamo con forza quanto accaduto e rigettiamo questi tentativi orditi per screditare il nostro amato sport.

Confermiamo altresì la piena fiducia e sostegno al presidente De Sanctis che in questi pochi anni ha mostrato il proprio valore ed iniziato con coraggio, assieme ai consiglieri federali e ai dirigenti territoriali, un percorso di vero rinnovamento con risultati che sono sotto gli occhi di tutti".

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} }); jQuery.urlShortener.settings.apiKey='AIzaSyB9Z_0jbJ4-cZAis8KkEgZE2iGWFTQd8nE'; jQuery.urlShortener({ longUrl: "", success: function (shortUrl) { //shortUrl -> Shortened URL jQuery("meta[property='og:url']").attr('content',shortUrl); href=jQuery("#twitterhref").attr('href'); jQuery("#twitterhref").attr('href',href+'&url='+shortUrl); }, error: function(err) { alert(JSON.stringify(err)); } });