Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

Visualizza la Privacy Policy Approvo

Diego Rizzi, Florian Cometto e Andrea Chiapello hanno vinto la quarta tappa dei Masters de Petanque, torneo internazionale delle piccole bocce che si disputa in Francia.

I tre atleti italiani, dopo esser arrivati sino in semifinale nelle prime tre tappe, hanno vinto a Six-Fours-les-Plages.

 

Il trio azzurro consolida, così, la seconda posizione nella classifica generale con 27 punti, due lunghezze dietro la squadra composta da Rocher, Quintais, Suchaud e Robineau.

 

Alla competizione, a terne e itinerante in diverse località francesi, prendono parte sette formazioni, formate dai più forti atleti della Petanque. Gli azzurri Cometto, Chiapello, Rizzi e Cocciolo sono stati invitati in quanto campioni europei in carica.

 

La quinta tappa è in programma il 19 agosto a Trévoux, sesto appuntamento il 26 a Neveres, ultima tappa il 1° settembre a Romans-sur-Isére.

 

Le finali, alle quali prenderanno parte le prime quattro terne della classifica generale, si disputeranno giovedì 9 settembre a Saintes-Marie-de-la-Mer.

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} }); jQuery.urlShortener.settings.apiKey='AIzaSyB9Z_0jbJ4-cZAis8KkEgZE2iGWFTQd8nE'; jQuery.urlShortener({ longUrl: "", success: function (shortUrl) { //shortUrl -> Shortened URL jQuery("meta[property='og:url']").attr('content',shortUrl); href=jQuery("#twitterhref").attr('href'); jQuery("#twitterhref").attr('href',href+'&url='+shortUrl); }, error: function(err) { alert(JSON.stringify(err)); } });