Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

Visualizza la Privacy Policy Approvo

La chiglia del campionato di serie A del volo sta per immergersi nella sessantreesima edizione e puntare dritto verso il lido più ambito, quello dello scudetto. Un varo del tutto nuovo, ancora più emozionante dei precedenti, accompagnato da molte novità. Innanzitutto il numero delle protagoniste. Si torna a 10 squadre, come nella stagione 2011/12. Uscita la retrocessa Masera, salgono a bordo Belluno, Chiavarese e Mondovì. Poi la composizione delle rose a disposizione di ciascun club. Dovranno essere composte da 9 giocatori con un massimo di 9 tesserati di categoria A; inoltre viene data la possibilità di ampliare la rosa con ulteriori 3 giocatori di categoria inferiore, di età non superiore ai 25 anni (nati dal 1 ottobre 1993). Le prime 4 classificate accederanno alla fase finale, mentre retrocederanno in A2 due squadre, la decima del girone unico e la perdente lo spareggio tra l'ottava e la nona (incontro unico in casa dell'ottava); spareggio da non consumare se il divario fra le due squadre è di almeno cinque punti.

 

FORMULA TECNICA – Completamente rinnovata. Si inizia sempre alle 14, ma con questo programma. 1° turno: combinato (8 giocate), coppia, individuale e terna (sempre ai 13 punti e 1 ora e mezza di tempo). 2° turno: staffetta, 2 tiri di precisione in contemporanea, tiro progressivo, tiro progressivo sui primi tre bersagli. 3° turno: coppia, coppia, individuale, individuale. Vengono assegnati 2 punti per ogni prova vinta. Nei due tiri di precisione viene assegnato 1 punto di bonus alla squadra con miglior somma delle due prestazioni, così come 1 punto di bonus va al vincitore del progressivo sui tre bersagli. Non venendo assegnati bonus in caso di pareggio, il totale dei punteggi di un incontro potrà variare dai 24 ai 26 punti.

 

JUVENTUS – La Brb campione d'Italia, con le sue sette stelle sulla maglia, è pronta per stupire ancora. Già competitiva lo scorso campionato, la Signora in Rosso ha imitato la Vecchia Signora del calcio, e come la Juventus ha messo a segno due colpi che fanno schizzare ulteriormente il tasso tecnico del team di Aldino Bellazzini. Vestiranno i colori del club di Ivrea, gli sloveni Ales Borcnik e Davor Janzic, lo scorso campionato in forza alla Pontese. Entrambi si sono messi in luce fra gli interpreti principali dell'Europeo di Alassio, con un oro a coppie e un bronzo nel tiro di precisione, un argento nel tiro progressivo e un bronzo nella staffetta, rispettivamente. Il primo, tranne le corse, è in grado di coprire tutti i ruoli, mentre il secondo costituirà con Emanuele Ferrero una staffetta di lusso, oltre a scendere in pista nel tiro progressivo. Della rosa a disposizione di Bellazzini, che si avvarrà della collaborazione di Renato Battaglino, fresco di aggiornamento tecnico federale, non faranno più parte Enrico Birolo, neo commissario tecnico della nazionale, Denis Pautassi e Stefano Pegoraro.

 

ANTAGONISTA – Il tradizionale botta e risposta fra i due club legati da ormai storica rivalità, La Perosina e Brb, si è riproposto pure stavolta, inizialmente in termini di mercato, come avvenne lo scorso anno con lo “scambio” Cavagnaro-Grattapaglia e Brnic-Beakovic. Il club targato Boulenciel sarà nuovamente l'antagonista più accreditato nei confronti dei campioni in carica. Per accrescere il valore di una formazione che ha sempre fatto del “gruppo” il valore aggiunto, patron Giancarlo Data ha regalato al tecnico Elio Bert, l'ingaggio dello sloveno Jure Kozjek, lo scorso campionato nella Borgonese. Uno dei giocatori dal rendimento più alto, fresco di medaglia d'oro nel recente Europeo a coppie e argento nell'individuale (vittima dell'ex socio di club Matteo Mana). La Perosina si ripropone con una intelaiatura collaudata, priva soltanto di Paolo Carrera, ma con il nazionale sloveno in più. La sfida storica sta per ricominciare.

 

FINALISTE – Insieme a Brb e La Perosina, furono Gaglianico e Pontese le finaliste del campionato 2018. La squadra biellese raggiunse il terzo posto dopo alterni cambi di posizione, proprio con il team trevigiano. Per non perdere ciò che di storico ha ottenuto, il Gaglianico ha subito provveduto ad aggiungere rinforzi. Dalla Brb è arrivato Denis Pautassi, con tanta voglia di riscatto dopo una stagione con luci ed ombre. Dalla Pontese è stato ingaggiato Silvano Cibrario, mentre Stefano Aliverti non sarà più in prestito dalla Perosina, ma definitivamente in forza ai biellesi, come Gabriele Graziano, arrivato dal Jolly Club ed Edoardo Graziano, l'under 15 ancora in prestito dallo stesso Jolly Club. Invece non saranno più a disposizione del tecnico Gianni Negrusso, Balla, Massazza e Follis. Cambia look la Pontese. Aria nuova in casa del club di patron Dario Buset che non potrà più contare su Davor Janzic, Gregor Sever, Silvanio Cibrario, Mario Suini e Ales Borcnick. Un salasso tecnico non da poco. Per onorare comunque al meglio il massimo campionato, il club di Cordignano ha cercato risorse oltre confine, allestendo una rosa per sei dodicesimi straniera. Sono arrivati, infatti, i due croati Mateo Nacinovic e Bruno Kraljc, staffettisti del Vargon di Rijeka, oltre allo sloveno del Krim di Lubiana, Erik Ceh, nel 2016 campione del mondo a coppie e bronzo individuale, con l'under 18. A completare il gruppo in entrata, i giovani Davide Braido, dalla Saranese, e Patrizio Carli, dalla Florida, oltre a Davide Sommacal, dal Belluno.

 

OUTSIDER – Finirono la regular season rispettivamente al quinto e sesto posto, con 14 e 13 punti ciascuna, alle spalle della Pontese (a quota 16). Ferriera e Borgonese saranno ancora le aspiranti outsider ? Il team di Buttigliera Alta getta sul tavolo i dadi dell'esperienza, accresciuta pure dai nuovi innesti, quelli di Marco Capello e Mauro Scapino, provenienti dalla Borgonese, oltre all'arrivo di Giuseppe Ballario dalla Saviglianese. Una rosa che torna a dieci elementi, viste le uscite di Pier Luigi Cagliero, Davide Rossatto e Patrick Parise. In casa Borgonese per far fronte alle uscite di Kozjek, Capello ed Erik Petric, si è puntato su un corridore italiano da affiancare ad Anze Petric, e la scelta è caduta su Alessandro Ortolano, ex Nitri Contoz. In arrivo pure la giovane promessa Samuel Zanier, under 18 della Villaraspa, in grado di ricoprire qualsiasi ruolo, oltre a Giovanni Bellavista del Ponte Masino e Valter Tabone del Veloce Club.

 

NEOPROMOSSE – I colori della Chiavarese mancavano da tempo in un contesto di alto livello dove la società tigullina ha scritto pagine di storia indelebili con campioni entrati nel mito. Straordinario il record di scudetti conquistati consecutivamente dal 1990 al 1996 (più 6 Coppa Europa di club). Ora torna nel massimo contesto e prepara i festeggiamenti per il 2019, a coronamento dei 100 anni di vita. I responsabili hanno voluto premiare i protagonisti della promozione, inserendo soltanto due pedine: Stefano Pegoraro, lo scorso anno corridore della Brb, e Luca Baccino, proveniente da La Boccia Carcare. L'altra neopromossa Belluno, ha approntato una rosa di dieci “A” di tutto rispetto. Pur avendo la migliore staffetta della “B” (Opresnik-Zoia), il club del presidente Aldo Bernardi si è assicurato l'ingaggio di Marino Milicevic, croato del Sagrebac, fresco bronzo europeo nel progressivo e staffetta. Insieme a lui arrivano due giocatori di provata esperienza come Gregor Sever (dalla Pontese) e Dino Di Fant (dalla Quadrifoglio). Compiuta un'impresa alla vigilia impensabile, Mondovì è corsa ai ripari per provare le emozioni del massimo campionato senza soffrire troppo. E così, insieme alla riconfermata rosa (senza Luca Cicchero), ci saranno gli “A” Federico Gasco (Forti Sani), Stefano Migliore (Saviglianese), Carlo Negro (Aostana) e il “B” Luca Negro (Nosenzo).

 

CROATO – Penultima in classifica lo scorso campionato, la Noventa di Piave riparte con il consueto spirito battagliero che l'ha sempre contraddistinta e che le ha consentito talvolta di togliersi grosse soddisfazioni nei confronti di club più accreditati. Per incentivare il tasso tecnico, si è rivolta nuovamente al mercato croato. Dopo i già presenti Gulja, Kukuljan e Percan, è arrivato Marin Cubela, nazionale, oro nell'under 23 di combinato nel mondiale di Chieri 2014. Un altro giovane rampante per il tecnico Paolo De Toffol.

 

La composizione delle 10 rose a disposizione.

BELLUNO: Cumero Davide (A), Di Fant Dino (A), Frare Lino (A), Milicevic Marino (A), Opresnik Gregor (A), Rossi Valter (A), Sever Gregor (A), Sonego Paolo (A), Zambon Denis (A), Zoia Alex (A)- All.tecn. De Vecchi Massimo

BORGONESE: Agnesini Valter (A), Ariaudo Flavio (A), Bellavista Giovanni (A), Cavallo Stefano (A), Petric Anze (A), Scassa Luca (A), Tonejc Dejan (A), Ortolano Alessandro (B), Tabone Walter (B), Zanier Samuel (L). - All.tecn. Negrusso Franco

BRB: Ballabene Carlo (A), Borcnik Ales (A), Bruzzone Emanuele (A), Cavagnaro Alberto (A), Deregibus Fabrizio (A), Ferrero Emanuele (A), Grattapaglia Luigi (A), Grosso Daniele (A), Janzic Davor (A), Bellafronte Fabio (B), Gilemi Guido (B). - All.tecn. Bellazzini Aldino

CHIAVARESE: Baccino Luca (A), Ballabene Paolo (A), Carlevaro Marco (A), Pegoraro Stefano (A), Picasso Gabriele (A), Ravera Antonio (A), Ferraris Marco (B), Lucco Castello Renato (B), Massone Roberto (B), Panesi Thomas (B), Borghello Franco (C). - All.tecn. Solari Antonello Davide

FERRIERA: Amerio Piero (A), Ariaudo Simone (A), Ballario Giuseppe (A), Barbero Enrico (A), Capello Marco (A), Griva Massimo (A), Ponzo Davide (A), Rocci Fabrizio (A), Scapino Mauro (B), Giordanino Michele (C). - All.tecn. Maino Claudio

GAGLIANICO: Avetta Flavio (A), Bunino Mauro (A), Cibrario Silvano (A), Doria Roberto (A), Pautassi Denis (A), Roggero Mauro (A), Zucca Stefano (A), Aliverti Stefano (B), Cuzzolin Franco (B), Graziano Gabriele (B), Trivellin Emilio (B), Graziano Edoardo (U15). - All.tecn. Negrusso Gianni

LA PEROSINA BOULENCIEL: Beakovic Marco (A), Brnic Leo (A), Collet Andrea (A), Kozjek Jure (A), Longo Alessandro (A), Manolino Davide (A), Melignano Luca (A), Nari Simone (A), Pastre Carlo (A), Data Michele (B), Feruglio Francesco (B), Micheletti Daniele (B), Merlo Franco (B). - All.tecn. Bert Elio

MONDOVI: Arcilasco Sergio (A), Benetto Mauro (A), Bertolusso Flavio (A), Bertotti Gabriele (A), Cavallo Giorgio (A), Gasco Federico (A), Migliore Stefano (A), Negro Carlo (A), Folloni Maurizio (B), Garelli Enrico (B), Negro Luca (B), Peano Luca(C). - All.tecn. Prette Arcangelo

NOVENTA: Cubela Marin (A), Gulja Sandro (A), Ormellese Francesco (A), Ormellese Giacomo (A), Ostanello Alessandro (A), Sari Davide (A), De Pieri Luciano (B), Kukuljan Luca (B), Percan Goran (B), Ungolo Domenico (B) . - All.tecn. De Toffol Paolo

PONTESE: Buset Dario, Braido Davide, Carli Patrizio, Causevic Jasmin, Ceh Erik, Kosirnik Jaka, Kraljc Bruno, Marcelja Roland, Nacinovic Mateo, Scapolan Francesco, Sommacal Davide, Ziraldo Marco. - All.tecn. Scarpat Roberto

ALBO D'ORO: 11 scudetti Pianelli Traversa, 8 Ferrero, 7 Chiavarese e Brb, 5 Colombo Genova, 4 Fiat Torino, 2 Tubosider, Abg Genova, Rivodorese, La Perosina; seguono 12 squadre con un titolo

PRIMA GIORNATA (sabato 13 ottobre): Belluno – Gaglianico, Borgonese – Noventa, Brb – Mondovì, Chiavarese – Ferriera, Pontese – La Perosina.

 

 

Nella foto la Brb, detentrice dello scudetto 2018

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} }); jQuery.urlShortener.settings.apiKey='AIzaSyB9Z_0jbJ4-cZAis8KkEgZE2iGWFTQd8nE'; jQuery.urlShortener({ longUrl: "", success: function (shortUrl) { //shortUrl -> Shortened URL jQuery("meta[property='og:url']").attr('content',shortUrl); href=jQuery("#twitterhref").attr('href'); jQuery("#twitterhref").attr('href',href+'&url='+shortUrl); }, error: function(err) { alert(JSON.stringify(err)); } });