La quinta giornata del campionato di Serie A2 di raffa è piuttosto in salita per le compagini calabresi impegnate.

 

Nel girone 1 Centro - sud dice bene alla Catanzarese che in casa regola il Città di Rende per 5-3. Il primo turno è tutto appannaggio dei padroni di casa che passano sul 4-0,vincendo entrambi i set di terna e di individuale (bene Valentino che si mostra solido contro l'esperto Davide Spadafora), Ma nel secondo turno, di fatto, comincia la gara dei rendesi che quasi costringono la Catanzarese sul pari finale: Carbone – Tagliente superano in due set la coppia di casa ma sull'altra pista l'ultimo match vinto da Valentino e Piscitelli consegna i tre punti alla squadra di mister Abramo mentre Rende torna a casa a bottino vuoto per il secondo derby consecutivo. In una classifica ancora stretta la Catanzarese, che torna alla vittoria dopo l'infelice trasferta di in casa di Santa Chiara, aggancia proprio quest'ultima al secondo posto a quota 8, mentre il Città di Rende scivola all'ultimo posto (2 pt.).

Nello stesso girone il Città di Cosenza soffre e si arrende in casa all'ostica Santa Chiara. Male l'avvio dei rossoblù che vanno alla pausa sullo 0-4. Nel secondo turno gli ospiti allungano sul 5-0 ma i due set vinti dalla collaudata coppia Andrea Granata - Fabio Toteda e quello vinto da Enzo Toteda e Vincenzo De Rose evitano un passivo più ampio. Squadra rossoblù a mani vuote ma consapevole che il vero città di Cosenza non è quello visto oggi.

 

CATANZARESE vs FRANCO PARISE CITTA’ DI RENDE (Cs) 5-3 (51-46)

Perricelli – Bianco – Scicchitano vs De Rose – Mazzuca – Longobucco 8-5, 8-5; Valentino vs Spadafora D. 8-4, 8-4; Bianco – Scicchitano (1° set sost. Perricelli) vs Carbone – Tagliente 0-8, 6-8; Valentino – Piscitelli vs Spadafora D. – Tagliente 5-8, 8-4;

ALL. CATANZARESE: Franco Abramo (dir. Antonella Germanò)

ALL. CITTA’ DI RENDE: Gianluca Cristiano (dir. Daniele Salerno)

DIRETTORE DI GARA: Vincenzo Valentino

ARBITRI: Vitaliano Palaia – Leonardo Valentino

 

CITTA’ DI COSENZA vs SANTA CHIARA (Na) 3-5 (48-51)

Toteda F. – Granata A. – De Rose V. vs Crispino – Palumbo – D’Alterio 7-8, 3-8;  Buffa vs Buono 3-8, 6-8; Granata A. – Toteda F. vs Crispino – Palumbo (2° set sost. Esposito) 8-2, 8-3; Granata D. (2° set sost. Toteda E.) – De Rose V. vs Buono – Palmieri 5-8, 8-6;

ALL. CITTA’ DI COSENZA: Pasquale Granata (dir. Roberto Urso)

ALL. S. CHIARA: Ciro Napolitano (dir. Raffaele Catuagno)

DIRETTORE DI GARA: Eugenio Gaudio

ARBITRI: Mario Gaglianese – Guglielmo Spizzirri

 

 

GIRONE 2 CENTRO – SUD   

 

Quinta sconfitta consecutiva per la Sant'Angelo Città di Acri che non riesce a sfruttare neanche il turno casalingo contro un avversario non proprio irresistibile per fare i primi punti della stagione. Per la cronaca la squadra di casa conquista nel secondo turno due set di coppia, con Oriolo – Nicoletti e Guglielmello – Veloce A. Al rientro, dopo la sosta, sarà necessario un cambio di passo per non compromettere irrimediabilmente la prima stagione in A2.

 

SANT’ANGELO CITTA’ DI ACRI (CS) vs SANTA LUCIA SANT’ALFREDO (Sa) 2-6 (42-54)

Gradilone – Algieri S. – Veloce G. (2° set sost. Oriolo) vs Pappacena – Baselice – Contaldo 0-8, 7-8; Veloce A. vs Iaccarino 7-8, 6-8; Oriolo – Nicoletti vs Pappacena (2° set sost. Amato) – Baselice 4-8, 8-3; Guglielmello – Veloce A. vs Iaccarino – Belloni (2° set sost. Iovine) 8-3, 2-8;

ALL. CITTA’ DI ACRI: Armando Sposato (dir. Vincenzo Gencarelli)

ALL. S. LUCIA S. ALFREDO: Vincenzo Fortino (Alfonso Iaccarino)

DIRETTORE DI GARA: Franco Airaldi

ARBITRI: Davide Conte – Raffaele Granata

 

WhatsApp Image 2022 03 12 at 18.32.55

jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery.urlShortener.settings.apiKey='AIzaSyB9Z_0jbJ4-cZAis8KkEgZE2iGWFTQd8nE'; jQuery.urlShortener({ longUrl: "", success: function (shortUrl) { //shortUrl -> Shortened URL jQuery("meta[property='og:url']").attr('content',shortUrl); href=jQuery("#twitterhref").attr('href'); jQuery("#twitterhref").attr('href',href+'&url='+shortUrl); }, error: function(err) { alert(JSON.stringify(err)); } });