Riportiamo la cronaca di Montecatini AVIS-Scandiccese pubblicata da Valdinievole Oggi (clicca qui)

Dopo un inizio di stagione piuttosto travagliato la Montecatini AVIS torna a sorridere e prova a venir fuori dalle secche in cui si era trovata invischiata, iniziando lentamente a mostrare quelle che sono le reali potenzialità della squadra; dopo la sconfitta casalinga di sabato con i primi della classe, una riscossa immediata e la dimostrazione che davanti al proprio pubblico può giocarsela alla pari con chiunque, vincendo nettamente l’incontro sulla Scandiccese.
L’apertura con il doppio singolare vede Luigi Pellegrini contro Bruno Monaco, il primo set è appannaggio del termale con il punteggio di 8-3, il secondo del fiorentino con il punteggio esattamente eguale, mentre nella corsia attigua vanno in scena le terne. I biancocelesti schierano Matalucci-Campisi-Franci, gli ospiti Petti-Tozzini-Bifaro. La terna locale straripa come un fiume ingrossato da piogge torrenziali, non concede scampo, annienta i malcapitati avversari e con un perentorio 8-1, si va al riposo con la Montecatini in vantaggio di tre a uno.
Alla ripresa del gioco entrano in campo le coppie, la Scandiccese cerca di riportarsi in sella con un primo set in cui Petti-Monaco prevalgono su Franci-Pellegrini, ma è un fuoco di paglia; dopo gli scandiccesi non impensieriscono quasi mai i biancocelesti che si aggiudicano tutti i restanti set vincendo l’incontro per 6 a 2.

jQuery(function($){ initTooltips(); $("body").on("subform-row-add", initTooltips); function initTooltips (event, container) { container = container || document;$(container).find(".hasTooltip").tooltip({"html": true,"container": "body"});} }); jQuery(window).on('load', function() { new JCaption('img.caption'); }); jQuery.urlShortener.settings.apiKey='AIzaSyB9Z_0jbJ4-cZAis8KkEgZE2iGWFTQd8nE'; jQuery.urlShortener({ longUrl: "", success: function (shortUrl) { //shortUrl -> Shortened URL jQuery("meta[property='og:url']").attr('content',shortUrl); href=jQuery("#twitterhref").attr('href'); jQuery("#twitterhref").attr('href',href+'&url='+shortUrl); }, error: function(err) { alert(JSON.stringify(err)); } });