user
password


 

 

»
navigator Home » News

Trofeo Coni - Beach bocce: applausi a Sardegna e Piemonte (13/10/2014)

Si è conclusa a Caserta la finale nazionale della prima edizione del Trofeo Coni, un’iniziativa che si inserita nelle manifestazioni programmate per festeggiare il Centenario di nascita del Comitato Olimpico Italiano. L’evento multidisciplinare, al quale hanno partecipato 23 federazioni sportive e 7 discipline associate con oltre 2000 atleti under 14 in rappresentanza di 19 regioni, per quanto riguarda le bocce ha visto salire sul podio più alto la rappresentativa della Sardegna per il titolo a squadre e quella del Piemonte per la specialità individuale.
 

La sfilata dei giovani atleti La stupenda Reggia di Caserta in notturna

La Sardegna, campione con Riccardo Marini e Matia Capella, ha preceduto con 14 punti la squadra del Veneto che schierava Gianni Da Ronch, Kristian Cucciol e Nicola Brigo e quella della Campania con Giuseppe Caliendo, Giovanni Gaudio e Raffaele Alagno, entrambe con 8 punti. Nella gara individuale il piemontese Andrea Chiapella è arrivato primo davanti al sardo Riccardo Marini ed alla marchigiana Martina Servici.

Lo stand della Fib Curiosità per le bocce

Nella classifica per Comitati guida il gruppo la Sardegna (21 punti) seguita da Piemonte (14), Veneto e Marche (12), Calabria e Valle d’Aosta (10), Campania (9), Friuli Venezia Giulia e Lazio (8), Toscana (7), Umbria e Liguria (3) mentre è rimasta purtroppo a bocca asciutta la Sicilia con zero punti.

Si preparano i campi per le Beach bocce La prime sfide

La Federbocce, in questa occasione, ha presentato ufficialmente il suo nuovo progetto “Bocce on the Beach”, il gioco delle bocce sulla sabbia di cui recentemente è stato approvato il regolamento e sono state omologate dalla Confederazione Internazionale le nuove bocce colorate di materiale sintetico. Le Beach bocce, nate dopo un approfondito studio della Federazione, hanno voluto trasformare l’abitudine di giocare per divertimento sulla spiaggia in una pratica sportiva ufficiale. Praticamente è stata introdotta una nuova specialità con lo scopo di portare il gioco all’aperto, fra la gente, con costi di allestimento decisamente esigui. Si tratta infatti di avere a disposizione soltanto un adeguato spazio e della sabbia. Il regolamento è semplice e si potrebbe definire unitario. Infatti è previsto l’utilizzo del cerchio della petanque, il gesto del tiro di volo e l’uso delle bocce di raffa.

Tutti campioni I campioni individuali

Il presidente federale Rizzoli aveva sensibilizzato i Comitati regionali a partecipare in massa all’iniziativa del Coni perché questa si presentava sì come l’occasione di essere protagonisti assieme a tutte le altre discipline ad un avvenimento sportivo di primordine, ma anche perché era un’occasione d’oro ed un importante veicolo promozionale per propagandare il nuovo gioco di bocce sulla sabbia.

I campioni a squadre Tutti i minibocciofili per la foto ricordo

A cura del Comitato regionale della Campania, in collaborazione con la Federazione, è stato allestito a Caserta uno stand delle bocce per propagandare l’attività della Fib ed illustrare le iniziative ed i programmi, particolarmente rivolti ai giovani, che vengono promossi su tutto il territorio nazionale.

Giovedì sera si sono aperti i Giochi con la cerimonia di apertura, una grande festa della gioventù che ha avuto per palcoscenico la Piazza Carlo III, antistante la Reggia di Caserta, con la presenza del presidente del Coni Giovanni Malagò.

Il Trofeo Coni, alla sua prima edizione, ha avuto l’ambizione di potenziare l’immagine del Comitato Olimpico e delle Federazioni sportive nazionali come traino dell’attività sportiva soprattutto giovanile, ha voluto creare occasioni di confronto fra gli operatori del sistema sportivo facilitando la condivisione di esperienze e know-how fra le varie discipline sportive, e si è prefisso di valorizzare la funzione promozionale dell’attività sportiva nazionale soprattutto in ambito giovanile recuperando esperienze e presenze come avveniva nel vecchio modello dei Giochi della Gioventù. Il progetto ha voluto anche informare, stimolare e potenziare nei giovani la cultura della lotta al doping nonché quella del Fair Play.(DDC)
 

SITO UFFICIALE FIB - Federazione Italiana di Bocce - P.IVA 00855871000